Skip to main content
Sesto San Giovanni – La Pro Sesto deve rimandare, ancora una volta, l’appuntamento con la vittoria in casa. Il gol di Pasquato, in pieno recupero, suona come una beffa per la Pro che era passata in vantaggio per prima con Capogna.

Dopo una lunga fase di studio, il Trento al 24′ trova il primo tiro con Belcastro, bravo Del Frate a opporsi. La gara si comincia a scaldare alla mezzora: al 33′ il sinistro di Pasquato fa la barba al palo. Per aspettare la prima occasione della Pro bisogna aspettare il 38′ minuto: Gattoni carica il destro, pallone fuori di poco deviato in corner. Un minuto più tardi corner di Brentan: Capogna di testa mette il pallone fuori di un niente.  Lo stesso Brentan, da fuori area, ha l’occasione di calciare, tiro che finisce alle stelle.

Nella ripresa, subito Trento: al 47′ Simonti impegna il portiere di casa, grandissima risposta di Del Frate. Nella ripresa però, è una Pro con un atteggiamento diverso: dopo un flipper in area di rigore, Capogna riceve il pallone in area e fredda Chiesa. Pro padrona del campo: Scapuzzi, dal limite dell’area, calcia di poco sopra l’incrocio dei pali. Ancora Pro: Brentan, servito da Gualdi, calcia in bocca al portiere ospite. In pieno recupero, in mischia, il gol beffardo di Pasquato.
PRO SESTO – TRENTO 1-1 (0-0) 
Marcatore: 50′ Capogna, 92′ Pasquato
Pro Sesto (4-2-3-1): Del Frate; Maldini (dal 77′ Giubilato), Pecorini, Caverzasi, Mazzarani (dal 70′ Della Giovanna); Brentan (88′ Marzupio), Gattoni; Ghezzi, Marchesi, Scapuzzi; Capogna (dal 77′ Gualdi).
A disp.:Bagheria, Lucarelli, Cerretelli, Capelli,  Buongiorno, Ferrero, Grandi, Motta
All.: Banchieri
Trento (3-4-1-2): Cazzaro; Raggio, Carini, Trainotti; Caporali, Osuji (dal 61′ Chinellato), Nunes (dall’84’ Izzillo), Simonti (dall’83’ Oddi); Belcastro (dall’83’ Ruffo Luci); Barbuti, Pasquato
A disp.: Marchegiani, Chiesa,  Scorza, Ferrara, Vianni, Pattarello.
All. Parlato
Arbitro: Andreano della Sezione AIA di Prato
Assistenti: Linari e Bianchi
Quarto ufficiale: Virgilio della Sezione AIA di Agrigento
Note: spettatori 300 circa.
Ammoniti: Gualdi e Brentan (P); Raggio (T).
Recupero: 0+6