Skip to main content

Tolentino – La Pro Sesto perde la finale scudetto contro la Virtus Entella solo dopo i tempi supplementari e chiude una stagione spettacolare.

La cronaca – Si parte subito forte a Tolentino, la posta in palio è alta: al 5′ Caprini prova subito la conclusione da fuori area, ma trova Bove che con precisione trattiene il pallone. Al 10′ ancora Entella, Vian Seewald viene servito in area e batte Bove, si alza però la bandierina: gol annullato. Al 15′ arriva la prima vera occasione per la Pro: Osnato viene pescato sulla fascia destra, entra in area e calcia diretttamente in porta. Gariti respinge in angolo la conclusione piuttosto insidiosa dell’esterno sestese.

Al 21′ è ancora Pro Sesto: Nucifero avanza sulla fascia sinistra, arriva al limite dell’area e crossa in mezzo senza trovare però nessun compagno. Al 24′ ci provano ancora i ragazzi di mister Schenato, ancora con Nucifero: il numero 3 biancoceleste arriva al vertice dell’area e viene atterrato, per l’arbitro però  non ci sono gli estremi per il penalty.

Al 31′ Caprini serve Giacobbe che si trova a tu per tu con Bove, il portiere della Pro si fa trovare pronto respingendo una conclusione molto più che insidiosa. Sulla respinta Cocconi calcia direttamente in porta, ma trova il muro della difesa biancoceleste.

Al 38′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Di Noi pennella un pallone in mezzo e trova Grossi: l’attaccante biancoceleste incorna verso la porta, Gariti devia verso il fallo laterale.

Nel recupero, Osnato recupera una buona palla sulla trequarti, avanza e serve Grossi che chiude il triangolo e permette al numero 7 biancoceleste di guadagnarsi una punizione che Ceruti però non riesce a concretizzare.

Il secondo tempo si apre senza cambi.

Al 46′ Tiana pesca Caprini in area: il numero 11 colpisce debolmente di testa e la difesa sestese respinge allontanando il pallone dalla propria area.

Al 48′, dopo vari rimpalli, Albertazzi serve Grossi in profondità, il numero 9 non riesce però a trovare l’impatto perfetto con il pallone.

Al 49′ Tiana si libera sulla fascia destra, avanza e serve Vian Seewald che calcia a giro sul secondo palo: il pallone esce di un soffio.

Al 56′ grande occasione per la Virtus: la combinazione Caprini-Perrone-Cocconi porta quest’ultimo a tu per tu con Bove, il numero 8 ligure calcia ad incrociare, ma il pallone esce di poco alla destra del palo.

A venti minuti dal termine giro di cambi per entrambe le squadre.

Al  71′ Guerrisi viene anticipato in area da un difensore della Virtus che devia il pallone prima che l’attaccante biancoceleste possa concludere in porta.

All’83’ Marchetti batte una punizione dalla fascia sinistra e trova Vischioni: il capitano viene atterrato in area, per l’arbitro però non è rigore.

Dopo 84 minuti di tempi regolamentari il risultato è fisso sullo 0 a 0: si va ai supplementari.

All’85’ si porta avanti l’Entella: Perrone supera il portiere con un tocco sotto e fa 1-0.

Il primo tempo supplementare termina con un’altra occasione per la Virtus che si concretizza poi al 94’ sempre con Perrone che sigla il 2-0.

Al 97’ arriva l’ultima occasione per la Pro: Marchetti calcia alto su punizione.

PRO SESTO-VIRTUS ENTELLA 0-2

Marcatori: Perrone 85′, 94’

PRO SESTO (4-3-3) – Bove; Albertazzi (dal 65′ Marson), Nucifero, Vischioni, Milan; Bandara (dal 52′ Marchetti), Ceruti, Russo (dal 69′ Fabbri); Osnato, Grossi (dal 52′ Guerrisi), Di Noi
A disp.: Saccone, Trapani, Sommella, Mandelli, Foroni
All.: Schenato

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2) – Gariti; Virtuosi (69′ Sanguineti), Calloni, Busicchia, Lagomarsino; Giacobbe, Vian Seewald (dal 54′ Martini Donati), Cocconi (dal 69′ Giammona); Tiana; Perrone, Caprini
A disp.: Torrielli, Soracco, Danero, Monarda, Macchini, Calcagno
All.: Scotto

Arbitro: Maccorin della Sezione AIA di Pordenone
Assistenti: Salviato- Marchesin
IV ufficiale: Renzi della Sezione AIA di Pesaro

Ammoniti: Busicchia, Calloni (V.E.)
Recupero: 2′ + 4′