Skip to main content

Tra i tanti giovani arrivati alla Pro nell’ultima sessione estiva di calciomercato c’è Andrea Moretti, proveniente dalle Giovanili dell’Inter.

Ciao Andrea, raccontaci un po’ di te, partendo dalle tue esperienze calcistiche…
“Ho iniziato a giocare fin da piccolo nella squadra del mio paese, l’A.S. Ticinia, poi subito tutta la trafila nelle Giovanili dell’Inter, con una parentesi a Novara; rientrato in nerazzurro, sono arrivato fino alla squadra Primavera, con la vittoria del campionato nella scorsa stagione. Tra l’altro, molte partite dell’ultima stagione le ho giocate proprio qui allo Stadio Breda”

La Pro Sesto quindi la conoscevi bene…
“Sì, conoscevo la società, storica e famosa, ma anche in parte la struttura. Sono rimasto piacevolmente impressionato però da tutto l’ambiente, sia come organizzazione, sia come impianti.”

Soddisfatto quindi di aver scelto la Pro?
“Sì, quando mi è stata ventilata la possibilità di venire a giocare in biancoceleste ho detto subito di sì, perché credo che questa squadra, composta in larga parte di giovani, sia l’ideale per migliorarmi sotto tutti i punti di vista e giocarmela tra i professionisti!”

Le prime impressioni dopo questa fase del ritiro confermano questo tuo auspicio?
“Certamente. Ho trovato una realtà estremamente professionale, dove si lavora tanto, ma credo che solo così si possa crescere. Lo spirito del gruppo è splendido, i giocatori che erano già in Pro hanno accolto bene me e gli altri nuovi arrivati, e si sta creando un bel gruppo, che vorrà giocarsela su tutti i campi.”

Quali sono le tue aspettative per la prossima stagione?
“Non mi pongo un obiettivo adesso, a livello di squadra. Penso che se assimiliamo bene le idee del mister, saremo in grado di affrontare senza paura qualsiasi avversario. A quel punto, conta solo vincere più partite possibili e vedere cosa dirà la classifica. Non mi piace fare promesse, ma nemmeno accontentarmi. A livello personale vorrei dare il mio contributo, ovviamente giocando più partite possibili, migliorando continuamente nel mio ruolo.”

…Ruolo che per chi non ti conoscesse è quello di…
“Sono un centrale difensivo molto tenace, aggressivo, ma che ama anche impostare l’azione dal basso. Il mio punto di riferimento in questo senso è Giorgio Chiellini, che con il tempo e il duro e costante lavoro è diventato un pilastro della Nazionale azzurra. Io so che devo crescere, ed è per questo che ho scelto la Pro!”

Andrea Moretti nel suo tempo libero, cosa fa?
“Passo la maggior parte del tempo che ho a disposizione oltre al calcio con la mia fidanzata e la mia famiglia. Per me la famiglia è tutto. Mi piace anche divertirmi con gli amici di sempre, uscire. Se non posso uscire, mi piacciono le serie tv, in modo particolare quelle di azione, e ascoltare musica trap.”