Skip to main content

Vicenza – In uno Stadio Romeo Menti stracolmo inizia la gara di ritorno del I turno nazionale dei playoff tra il Vicenza e la Pro. Minuto di silenzio per le vittime dell’alluvione in Emilia Romagna, alle quali manifestano sostegno anche i tifosi biancocelesti giunti numerosi a Vicenza.
Pro che deve rinunciare a capitan Gattoni, squalificato, con la fascia che passa sul braccio di Toninelli e Marchesi nell’undici iniziale. Subito scintille per un colpo di Ferrari a Giubilato, con l’arbitro Monaldi che si limita al richiamo verbale per la punta biancorossa.
Al 4’ Capelli conclude al volo di destro su cross di Maurizii, con la palla che termina a lato. Pressing efficace della Pro nella metà campo avversaria nei primi minuti, a strappare palloni e concedere poco o nulla alla manovra dei padroni di casa. Al 15’ azione continuata del Vicenza nell’area della Pro, che si conclude con uno strepitoso salvataggio in angolo di Giubilato. Sulla ripartenza Gerbi viene anticipato coi piedi da Confente in uscita. Al 26’ Cappelletti spende il giallo per fermare Gerbi lanciato in contropiede. Al 30’ Del Frate risolve in angolo un cross pericoloso di Ronaldo dalla sinistra. Sugli sviluppi il portiere biancoceleste si supera sul colpo di testa di Cappelletti. Al 33’ Confente rischia tantissimo per anticipare Gerbi su retropassaggio. Sul finale di tempo i ritmi scendono leggermente, e il gioco si fa più frammentato e nervoso (Sala e Ferrari vengono ammoniti per proteste). Al 44’ Del Frate neutralizza il colpo di testa di Dalmonte smorzato dalla difesa biancoceleste. Nel primo dei due minuti di recupero concessi Scarsella si divora il vantaggio calciando a lato da centro area. E la frazione si chiude a reti inviolate, come all’andata.

Nessun cambio a inizio ripresa. Parte subito forte il Vicenza e al 47’ passa con Stoppa, che colpisce al volo da centro area su assist aereo di Scarsella. Al 56’ Del Frate respinge un tiro-cross di Dalmonte dalla destra. Ora il Vicenza sembra giocare con più lucidità, con la Pro brava a non disunirsi. Al 59’ i veneti sostituiscono Scarsella con Begic, che al primo pallone toccato sfiora il raddoppio, concludendo alto dopo uno scambio in velocità. Al 64’ il 2 a 0 arriva in modo rocambolesco, con Dalmonte lesto a colpire al volo un pallone che scende nell’area biancoceleste dopo la prima respinta sulla conclusione di Begic.
Al 69’ la Pro conquista due corner consecutivi, con la difesa vicentina che fatica sulle incursioni sulle fasce, in particolare di Capelli. Dopo aver fatto entrare Wiesre per Marchesi, andreoletti opera un triplo cambio al 71’, con D’Amico, Bianco e Vaglica che prendono il posto di Sala, Sgarbi e Maurizii. Al 73’ Del Frate si supera sul destro potente di Ferrari. Al 76’ lo imita Confente, che respinge la conclusione di Vaglica dopo una bella combinazione tra Capelli e D’Amico. Un minuto più tardi Del Frate ferma nuovamente Ferrari. All’84’ ci prova Corradi dalla distanza, con Confente che blocca). La Pro chiude in avanti, ma non trova la via del gol. Si chiude al Menti una stagione straordinaria.

L.R. VICENZA-PRO SESTO 2-0 (0-0)
Marcatori: 47’ Stoppa, 64’ Dalmonte

L.R. VICENZA– Confente; Pasini, Cappelletti, Greco (dall’82’ Bellich), Ierardi; Scarsella (dal 59’ Begic), Ronaldo (dal 67’ Cavion); Stoppa (dall’82’ Zonta), Jimenez, Dalmonte (dall’82’ della Morte), Ferrari
A disp.: Brzan, Iacobucci, Valietti, Ndiaye, Oviszach, Giacomelli; Sandon, Tonin, Manfredonia
All.: Dan Thomassen

PRO SESTO – Del Frate; Giubilato, Toninelli (dall’83’ Della Giovanna), Suagher; Capelli, Marchesi (dal 67’ Wieser), Corradi, Maurizii (dal 71’ Vaglica); Sala (dal 71’ D’Amico), Sgarbi (dal 71’ Bianco), Gerbi
A disp.: Botti, Santarelli, Moretti, Ferrero, Radaelli, Capogna, Iddrissou
All.: Matteo Andreoletti

Arbitro: Marco Monaldi della Sezione AIA di Macerata
Assistenti: Giuseppe Trischitta della Sezione AIA di Messina – Antonio D’Angelo della Sezione AIA di Perugia
IV Ufficiale: Luca Cherchi della Sezione AIA di Carbonia

Note. Ammoniti: Marchesi, Cappelletti, Sala, Ferrari, Giubilato
Spettatori: 8306
Note. Recupero: 2’ + 5’